L’essenza dell’essere


oggi-2

 

Mi domando sempre più spesso, come mai la maggior parte delle persone, siano più portate a credere alle bugie che non alla verità? E’ curioso, che nonostante tutto quello che circonda la vita della maggioranza sia contrario alle singole aspettative, tutto rimanga costantemente inalterato, inviolato. Tengo a precisare, prima di continuare questa mia, di essere decisamente una persona che va il più possibile evitata e perché dico questo? Perché le mie idee sono decisamente estremiste, per il me il bianco è bianco ed il nero è nero, le vie di mezze o il grigio se vogliamo deve essere esclusivamente una fase transitoria. Non si può vivere perennemente nel grigio e far finta che tutto vada bene. Non si può vivere perennemente nel grigio dell’ignoranza ed avere fede sulla Madonna, come fosse uno scudo, cosa che naturalmente non lo è, ma è solo una scusa per coloro che lo fanno per evitare quelli che sono i reali problemi. Insomma, fanno finta di essere signori, ma signori non lo sono, sono solo una manica di insignificanti esseri umani, che per nostra sfortuna consumano la nostra aria. Sono persone, il 99% almeno che alla fine predicano bene ma vanno in giro a guardare il culo delle quindicenni o hanno l’inciucio con la vicina di casa mentre la moglie va a fare la spesa e solo perché non hanno le palle di dire come stanno le cose. Questo inoltre non vuol dire che personalmente non credo in niente, credo che ci sia da qualche parte un qualcuno, sicuramente superiore che vigila su tutto e su tutti, ma questo non significa che debba per forza di cose, nascondermi perennemente dietro una sottana che non ho mai visto, ne conosciuto. Sono una persona che va evitata perché per me, coloro che osano una qualsiasi forma di violenza per puro piacere, contro altri esseri umani o animali, andrebbero presi e arsi vivi. Non ci sono scuse, non esiste la pietà, la pietà è per i senza palle, la pietà è per coloro che non vogliono fare la parte del boia quando il giunto il momento che qualcuno si assuma la responsabilità di fare il boia. Sono persone che fondamentalmente non servono a niente. Sono una persona che va evitata, perché ritengo che una persona che fa parte di una società che perennemente è immersa nell’ingiustizia più totale, debba prendere un fucile e far fuori tutti quelli che lo meritano. Ora di sicuro, c’è qualcuno che dirà: Chi è innocente lancia la prima pietra! Beh! Io non sono innocente ma lancio la pietra, visto che vivo seguendo la mia regola, ovvero vivi e non rompere le palle a nessuno! Quindi si! Lancio la mia pietra e poi, lancio anche la seconda, tanto per essere sicuro di aver fatto il dovuto danno! Ma ovviamente le scelte hanno il loro risvolto. Ho deciso di abbandonare una società ormai alla deriva in un mare di merda, poiché ho appurato che nessuno rema o ha intenzione di farlo, nella giusta direzione. Ho abbandonato tutto, mi sono allontanato da un sistema fondamentalmente corrotto, prima liberandomi da tutte quelle cose che tengono legati la maggior parte delle persone a quella macchina ingiusta che chiamano società. Macchina, moto, assicurazione, casa, benzina, bollo, marche, tasse, banche e tutte quelle fregnacce che i media vorrebbero, anzi vi fanno comprare, almeno alla maggior parte delle persone, tutti i giorni. Mi sono preso la mia libertà! Perché se sei padrone del tuo tempo, se puoi spenderlo come vuoi, allora sei l’uomo più ricco del mondo, perché a parte i soldi necessari per la sopravvivenza e il minimo indispensabile per portare avanti le proprie idee, tutto il resto non serve a niente! Oro, gioielli, macchine di lusso, appartamenti fatiscenti sono solo cose che servono a coloro che senza queste cose, sarebbero solo vuoti. Sono persone che non hanno un significato, valgono per quello che hanno di materiale, ma se gli levi quello, sono meno di niente! Insomma non valgono l’aria che consumano.

Quindi eccoci quà, ancora una volta, nel mezzo della notte, nel mio piccolo angolo di paradiso, nel profondo della Scozia che mi ritrovo a scrivere i miei pensieri, che porto avanti la mia battaglia contro le ingiustizie e soprattutto contro l’ignoranza del genere umano! Contro l’ignoranza che dilaga ormai a 360° sulla maggior parte dei social networks. La cosa sconvolgente è che credo talmente tanto in questa mia battaglia, a tal punto da avere un figlio, ma ho sempre cercato di tenerlo il più possibile lontano da tutto, per non farlo diventare come me, perché se sei come me, per forza di cose alla fine vivi male, vivi per lottare contro le ingiustizie e a dire la verità, se dovessi rinascere, preferirei rinascere demente come la maggior parte delle persone, almeno non mi farei tante domande sul perché la maggior parte degli esseri umani nel mondo, abbiano la testa infilata su per il sedere, ma siano convinti di vivere nella realtà e che tutto sia normale.

 Massimiliano Cerrone

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.